Vieste Gargano, Residence vieste, appartamenti vieste, case vacanza vieste


Vai ai contenuti

Vieste vacanze sul Gargano


LE VACANZE A VIESTE "LA PERLA DEL GARGANO"


Vieste è la città più orientale del promontorio del Gargano nella provincia di Foggia.
Fa parte del
Parco Nazionale del Gargano e della Comunità Montana del Gargano.


La città, negli ultimi anni ha avuto un notevole sviluppo turistico, in grado da offrire oggi il meglio in termini di paesaggi e di servizi come: villaggi, campeggi, alberghi, residence, case vacanza, Agriturismo e Bed & Breakfast, mentre c'è solo l'imbarazzo della scelta per impegnare il tempo libero, tra i numerosi locali di ritrovo, i Lidi, le discoteche, i pub, le pizzerie, e i Ristoranti.

I dintorni di Vieste si distinguono per la presenza di diverse attrattive turistiche di enorme interesse geografico, storico, ma anche religioso.
Vieste è sempre stata un punto di riferimento di primo piano per i collegamenti con le Isole Tremiti, situate poco lontano a nord della costa. Il Porto turistico di Vieste permette, mediante motonavi ed aliscafi, escursioni alle grotte marine situate lungo la costa sud del litorale viestano, alle Isole Tremiti ed in Croazia.

Esiste la possibilità di effettuare vari tipi di escursioni, per gli appassionati di trekking, mountain bike o quad, nella
Foresta Umbra, nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, che costituisce un patrimonio biologico inestimabile per l'Italia del Sud.

La
necropoli paleocristiana "La Salata", situata ad est della cittadina, è una delle più antiche e caratteristiche del bacino mediterraneo.
Il
santuario di Santa Maria di Merino, recentemente dichiarato Concattedrale, situato poco lontano da Vieste, rappresenta da sempre uno dei più importanti luoghi di culto per i viestani ed i fedeli in pellegrinaggio per la Via Matris con Confessione e Comunione acquistano l'Indulgenza parziale.

Nel corso dei millenni il
mare ha scavato le roccie calcaree del Gargano creando alcune tra le più suggestive grotte del litorale e generando formazioni rocciose dalle forme più svariate e bizzarre. Ne sono esempi particolari il Pizzomunno e l' Architiello, scavato dall'erosione presso la strada per Pugnochiuso a sud di Vieste. Tra le grotte più suggestive troviamo la grotta sfondata, quella due Occhi, la grotta Rotonda, dei Pipistrelli, del Serpente, la Viola e la Smeralda.

Lungo la
costa è possibile ammirare alcune tra le antiche installazioni da pesca, i " trabucchi", provviste di lunghi bracci in legno che sostengono una rete e molti di essi completamente ristrutturati e addirittura funzionanti, altri adibiti a ristorante.

Storia di VIESTE


La cittadina, situata su un promontorio roccioso all'estremità orientale del
Gargano, consta di un nucleo più antico, che conserva un aspetto tipicamente medioevale, e di una parte moderna che si è sviluppata lungo il litorale verso le spiagge di San Lorenzo a nord-ovest e di Castello a sud.
Nel braccio di
mare antistante la parte medioevale si trova l'isolotto di Sant'Eufemia che ospita il Faro. Un Primo insediamento va fatto risalire tra il X e il VI secolo a.c. mentre il suo nome alcuni lo farebbero derivare dalla presenza di un tempio sacro a Vesta.
Nel secolo XVI e XVII dovette subire diversi saccheggi da parte dei corsari turchi, il più tragico dei quali fu quello del 1554, quando furono deportati 7000 abitanti e ad alcune centinaia di cittadini fu troncata la testa su una pietra, la "
chianca amara" ancora conservata nel centro storico nei pressi della Cattedrale. A testimonianza di questo sanguinoso periodo rimangono le varie torri di avvistamento, dislocate lungo la costa, e il Castello, posto al culmine della città da Federico II di Svevia (1240).
Di notevole interesse è la
Cattedrale, edificata nelle forme del romanico pugliese sul luogo di un antico tempio pagano. Per fare il giro completo del centro storico si suggerisce di partire dalla porta di sopra (Porta di Adalt) fino alla porta di basso (Porta di Basc),nella cui passeggiata si incontrerà la Cattedrale, il Battistero (Auditorium San Giovanni), il Vescovado, il Museo civico e il Castello. Dal piazzale antistante la Giudecca si scorge la Chiesa ed il baluardo di San Francesco, con il caratteristico Trabucco. Le visite al Trabucco, in concessione dal WWF, si effettuano a richiesta durante la stagione estiva.
Prima di uscire dal borgo antico, una sosta al Largo Seggio con l'orologio solare e una visita alle botteghe artigiane e di prodotti gastronomici tipici.
Tra le
escursioni da fare a Vieste si consiglia una passeggiata in bici all'Oasi Naturalistica Archeologica del WWF "La Salata", a 7,5 Km da Vieste sulla litoranea per Peschici. Non distante sono ubicati i resti dell'antica "Merinum" su cui sorge il santuario di "Santa Maria di Merino". Qui il 9 Maggio si svolge un grande pellegrinaggio le cui origini si perdono nel tempo.
Lungo il
litorale sud, dall'azione congiunta del carsismo e del moto ondoso, hanno avuto origine innumerevoli grotte marine con faraglioni e archi di roccia che creano splendidi angoli di natura per cui è d'obbligo affittare un gommone o farsi guidare dai numerosi barconi che fanno il giro delle coste fino ad entrare nelle splendide Grotte Marine.


Home Page | Agriturismo | Residence | Case Vacanza | Bed and Breakfast | Servizi | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu